Biografia
Martin Cambriglia è nato nel 1982 ed è originario di Buenos Aires, Argentina. Pittore autodidatta, ha studiato Oboe e Composizione musicale al Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Dopo una breve carriera come musicista frequenta i corsi serali di illustrazione presso la “Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello di Milano” approfondendo sia la pittura ad olio che tecniche più legate al mondo editoriale. La sua ricerca pittorica affonda le radici nel futurismo italiano con un’attenzione particolare ad un dialogo continuo tra linguaggio visivo e musicale. La fluidità del segno e il suo ritmo, gli equilibri spezzati e riarmonizzati legati all’uso di tecniche diverse, fluiscono tutti insieme per creare un’immagine lirica ma profondamente potente.

Artist Statement
Mettere in relazione il mio mondo interiore con l’esteriore per poterlo condividere è da sempre stato l’aspetto piu entusiasmante del mio percorso artistico. Affascinato dal movimento e dalla capacità di ricrearlo ho sperimentato diverse tecniche, ma tra tutte prediligo in assoluto la pittura a olio per la quantità e la qualità di effetti che mi permette di ottenere su tela. Inoltre sporcarmi le mani e vivere una dimensione artigiana mi rallenta quel tanto che basta a darmi benessere e calmare una mente iperstimolata.

In questo periodo due sono i metodi di lavoro con cui mi trovo più a mio agio. Il primo metodo consiste nell’elaborare un disegno o un’immagine riorchestrando le linee dinamiche, in modo da “espandere” la percezione del movimento su più livelli. Per farlo uso interruzioni e sfasamento di piani, dissolvenze di forme e sfumature, contrasti che mi permettono cosi di “ricreare” l’illusione di movimento. Un’approccio necessariamente più lento che trova piena espressione nella pittura a olio. Il secondo metodo è contrapposto al primo e si basa principalmente sull’improvvisazione. Impiegando una ristretta palette di colori e forzandomi a restare il più possibile in un limbo di “non definizione” dipingo forme libere senza un ordine apparente. Un’ottima preparazione tecnica abbinata ad una calma fisica sono fondamentali per poter tenere traccia esatta e schietta di questa “follia lucida”. Ed è probabilmente questo l’elemento che rende il mio lavoro diverso da quello degli altri, una formazione musicale e studi da compositore che mi permettono di restare calmo di fronte alla “mia follia” e trascriverla, senza spegnerla ma soprattutto senza venirne travolto.

Trovo sempre rinnovata ispirazione nella natura, nella geometria intrinseca di qualsiasi forma vivente e nella musica, e mi piace vedere che il pubblico apprezza soprattutto la bellezza cromatica, la riconoscibilità del tratto e proprio la musicalità intrinseca nei miei dipinti.

Il desiderio è quello di poter continuare questo percorso, confrontarmi con contesti e soggetti sempre nuovi e stimolanti per crescere sia professionalmente che come artista, condividendolo col resto del mondo.

CV

2018 Solo exhibition “Frammenti di colore” Spazio Nolo43 (Milano)
2017 Solo exhibition “Gufolario” – Midsummer Fest (Triora)
2017 Solo exhibition “Bologna Harp Festival” – Music Museum (Bologna)
2016 Solo exhibition, ”Eire” – Bustofolk, Museo del Tessile (Busto Arsizio)
2016 Solo exhibition, “Vibrisse” – Festival dei Gatti (Grazzano Visconti)
2015 Solo exhibition “Gufolario” – Festival dei Gufi (Grazzano Visconti)
2010 Solo exhibition, 2/8 august – Palazzo Marinoni Barca (Clusone)
2009 Solo exhibition, 5/9 august – M.A.T. Museo Arte e Tempo (Clusone)
2008 Solo exhibition, 3/10 august – Palazzo Marinoni Barca (Clusone)
2007 Solo exhibition, 8/14 october – Le Gaine (Brescia)
2007 Solo exhibition, 17/20 july – Parco Nastro Azzurro (Clusone)
2007 Solo exhibition – Circolo Filologico Milanese (Milano)

2018 Collective exhibition, “Palio di San Bernardo” (Seborga)
2018 Collective exhibition, “Le mille e una moka” Moleskine cafè (Milano)
2018 Collective exhibition, “Arte sui navigli” (Milano)
2017 Collective exhibition, “Le mille e una moka” – Monastero di Cairate (Varese)
2017 Collective exhibition – LiberArte FamKorè (Arma di Taggia)
2017 Collective exhibition, “Seminare un libro” – Masnago Castle (Varese)
2016 Collective exhibition, “Codex Arboreum Maior” – Tiraboschi Library (Bergamo)
2016 Collective exhibition, 15 june – Palazzina Liberty (Milano)
2016 Collective exhibition, “Codex Arboreum Maior” – Gogol Library (Milano)
2016 Collective exhibition “Arte sul Naviglio” (Milano)
2016 Collective exhibition “Branding art” (Firenze)
2016 Collective exhibition “Gustarti” (Pavia)
2015 Collective exhibition, “Codex Arboreum Maior” – Fabbrica del Vapore (Milano)
2015 Collective exhibition, “AMA Festival” (Chiari)
2015 Collective exhibition, “10 illustratori x 10 diritti” – Palazzo Moroni (Pietrasanta)
2014 Collective exhibition, Plaumann Art Gallery – via S.Marta, 8 (Milano)
2014 Collective exhibition “Branding art” Palazzo della Gran Guardia (Verona)
2014 Collective exhibition “Branding art” – via Dante,14 (Milano)
2013 Collective exhibition – La filanda (Cernusco sul Naviglio)
2013 Collective exhibition – BNL di via dell’Orso, 3 (Milano)
2013 Collective exhibition – Galleria Franca Pezzoli (Clusone)
2013 Collective exhibition – Scuola d’Arte applicata del Castello Sforzesco (Milano)
2012 Collective exhibition “Happy birthday Italy” – OneLujiazui (Shangai)
2012 Collective exhibition – Foro Italico (Roma)
2011 Collective exhibition, “Womanhood” – Operbacco Spazio Arte (Travagliato)
2011 Collective exhibition – ArtEhon, Ltd.a (Tokyo)